Apollinare – Un Santo e la sua città

A Ravenna il 23 luglio si festeggia SANT’APOLLINARE, primo Vescovo e Patrono della città.
Le fonti narrano che Apollinare, originario di Antiochia di Siria, fosse stato inviato in questa parte d’Italia, e a Classe nello specificio, da San Pietro per la rilevante la presenza di orientali impegnati nelle attività portuali del suo grande porto commerciale.

Sant'Apollinare in Piazza del Popolo Foto © Archivio Fotografico Comune di Ravenna

Sant’Apollinare in Piazza del Popolo | Foto © Archivio Fotografico Comune di Ravenna

La storia e il culto di Sant’Apollinare sono profondamente connessi alle vicende di Ravenna. La sua statua è collocata sulla sommità di una delle due colonne di epoca veneziana nella centralissima Piazza Popolo e a lui sono consacrate due basiliche di V e VI secolo dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.
Da una parte ritroviamo Sant’Apollinare in Classe, che custodì per prima le sue spoglie mortali; dall’altra Sant’Apollinare Nuovo, di costruzione più antica (un tempo la basilica palatina del re goto Teoderico) a lui dedicata nel IX secolo dopo la fine dei domini bizantino e longobardo.

Basilica di Sant'Apollinare Nuovo | Foto © Herbert Frank, via Flickr

Basilica di Sant’Apollinare Nuovo | Foto © Herbert Frank, via Flickr

Ancora oggi nei mosaici absidali di Classe la figura del Santo risplende in posizione centrale e fissa un modello che poi sarà tramandato nel tempo dando luogo a monumenti, opere d’arte, manifatture, apparati decorativi e liturgici.

La sua figura inoltre compare in numerose pale d’altare, custodite nelle chiese cittadine e nei musei di Ravenna, a testimonianza di una devozione che si è rafforzata nel corso dei secoli.

Inoltre, durante il periodo medievale il culto di sant’Apollinare si è arricchiata di una fitta rete di relazioni con le città del nord Europa, quando la diaspora delle sue reliquie partì da Ravenna, attraversando la Francia, l’Olanda e infine la Germania.

Oggi Apollinare è patrono di Düsseldorf che lo celebra, proprio nei giorni attorno al 23 luglio, con la più grande fiera – la cui prima edizione risale ai primi anni del ‘300 – sul fiume Reno. 

Basilica di Sant'Apollinare in Classe | Foto © Giacomo Banchelli , Archivio Fotografico Comune di Ravenna

Basilica di Sant’Apollinare in Classe | Foto © Giacomo Banchelli (Archivio Fotografico Comune di Ravenna)

I viaggi del Santo prima, e delle sue reliquie poi, giunte in Francia, Olanda e Germania, narrano una storia antica che ci fa comprendere come anche nel passato le città e le genti del Mediterraneo e dell’Europa,apparentemente lontane, fossero in realtà vicine.

RavennaTourism è l’ente ufficiale di promozione turistica del Comune di Ravenna. Ogni giorno la nostra redazione racconta attraverso immagini e contributi di vario tipo la città al di fuori dei luoghi comuni, in un percorso in bilico tra arte, cultura, mare e natura.

Share This

Share this post with your friends!