Un fiore per tutte: Ravenna città amica delle donne

Recentemente una mia amica è venuta a Ravenna per una visita. Non tornava da quando era bambina, e a malapena si ricordava della bellezza dei mosaici e dei monumenti paleocristiani e bizantini della città.
Passeggiando per il centro storico, sono state tante le cose che hanno colpito la sua attenzione dopo tutti questi anni.

Queste sono occasioni preziose per chi pensa di conoscere già troppo bene le strade che percorre tutti i giorni, perché lasciarsi guidare da uno sguardo nuovo sulle cose può essere sempre fruttuoso. Tra le tante cose da cui è rimasta affascinata, ce n’è una in particolare che mi ha fatto sentire molto fiera della mia città.

I fiori di Ravenna sono una delle prime cose che ha notato: «Ma guarda che bella targa!» mi ha detto, puntando il dito della sua mano verso la formella decorata a mosaico di via Luca Longhi.
«Sai cos’è?», mi ha chiesto, ammirando il bel disegno floreale.

I fiori di Ravenna | © www.annaffietta.it

I fiori di Ravenna | © www.annaffietta.it

I fiori di Ravenna sono nati nel 2011 grazie a Linea Rosa, un’associazione di volontariato che dal 1991 opera sul territorio per aiutare le donne vittime di qualsiasi tipo di violenza e per creare una rete di solidarietà. All’idea di Linea Rosa hanno collaborato CNA e il CIDM (Centro Internazionale di Documentazione sul Mosaico), aderendo con entusiasmo al progetto. Il loro significato è semplice quanto forte ed efficace vuole essere il messaggio a cui danno voce.

Innanzitutto, la scelta della decorazione musiva è sembrata la più calzante per comunicare l’impegno per l’eliminazione della violenza sulle donne di Ravenna, considerata la capitale del mosaico: non c’è modo migliore di raccontare una città se non usando i mezzi che più la rappresentano. La scelta del fiore poi, non solo omaggia con delicatezza il ricordo di chi è stata vittima, ma soprattutto vuole simboleggiare la vita fiorente di una città che ogni giorno sceglie di rispettare, amare, accogliere e aiutare tutte le donne. I fiori di Ravenna sono in onore di tutte le donne: di quelle che vivono qui, di quelle che vengono in visita e anche di quelle lontane, delle donne del passato e delle donne del futuro.

Un fiore in mosaico dice tante cose, soprattutto che Ravenna è «città amica delle donne». Il fiore in mosaico accoglie in una città aperta, vitale, grande nel suo opporsi con amore e rispetto ad ogni tipo di violenza. Ovviamente, oltre all’importanza del messaggio, i fiori sono bellissimi e davvero variegati. A dedicarsi alla loro creazione sono le tante mosaiciste ravennati che hanno aderito al progetto.
È possibile acquistarli e affiggerli vicino all’ingresso della propria casa, del proprio negozio o dell’istituzione per cui si lavora per decorare le strade di Ravenna e diffondere questo spirito.

I fiori ci ricordano ogni giorno che ci si deve impegnare affinché la violenza di genere scompaia, e alcune giornate sono importanti perché è giusto ribadirlo forte e chiaro: il 25 novembre è la Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne, e Ravenna sarà, come sempre, dalla loro parte.

RavennaTourism è l’ente ufficiale di promozione turistica del Comune di Ravenna. Ogni giorno la nostra redazione racconta attraverso immagini e contributi di vario tipo la città al di fuori dei luoghi comuni, in un percorso in bilico tra arte, cultura, mare e natura.

Share This

Share this post with your friends!