I percorsi di Resistenza mAPPe per ricordare il 25 aprile a Ravenna

Nella giornata del 25 aprile, festa nazionale della liberazione dall’occupazione nazista e dal regime fascista, #myRavenna vuole raccontare di uno strumento d’informazione molto utile e interessante.

Resistenza mAPPe è il portale creato perché si abbia memoria dei luoghi, delle persone e degli eventi che hanno fatto la Resistenza nella nostra regione e che hanno contribuito alla fine della Seconda Guerra Mondiale. I numerosi contenuti sono stati pensati ed elaborati dagli Istituti Storici dell’Emilia-Romagna in Rete insieme alle Anpi e ad altri enti e associazioni del territorio.

Sul sito resistenzamappe.it è possibile navigare attraverso i contenuti e le proposte che riguardano le città dell’Emilia Romagna, da Piacenza fino al mare, senza tralasciare percorsi e contenuti riguardanti le aree montuose, della pianura e della costa. Di ogni percorso è possibile scaricare una App Android o iOS oppure vedere i contenuti da web. Queste sono risorse davvero utili, se visitando queste città si vuole approfondire questo capitolo di storia con dettagli ricchi e puntuali.

Fascismo e Resistenza a Ravenna

A questa pagina potete trovare la sezione dedicata alla Seconda Guerra Mondiale e alla Resistenza a Ravenna. I contenuti, coordinati da Luisa Cigognetti, sono a cura di Giuseppe Masetti e Serena Sandri dell’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea in Ravenna e Provincia.

Quattro sono i percorsi ideati: il primo, Il fascismo a Ravenna, illustra i luoghi e i cambiamenti della città durante il ventennio fascista. Sapevate, ad esempio, che quella che oggi è la Biblioteca Oriani nel 1936 era intitolata a Mussolini?

Il percorso dedicato agli Alleati a Ravenna ha inizio dalla Basilica di Sant’Apollinare in Classe, salvata per un pelo dalla collaborazione tra le truppe alleate e i partigiani locali (vi ricordate questa storia? Ve l’abbiamo raccontata qui!) e si snoda attraverso i luoghi della liberazione, avvenuta il 4 dicembre 1944. Fu un’importante risultato militare per i reparti canadesi ed inglesi dell’VIII Armata britannica, che lavorarono a stretto contatto con le truppe partigiane locali.

Soldati britannici a Porta Nuova dopo la liberazione | © restistenzamappe.it

Soldati britannici a Porta Nuova dopo la liberazione | © restistenzamappe.it

Il terzo e il quarto percorso riguardano Il prezzo della Liberazione, uno dedicato alla città e uno alle aree limitrofe. La Resistenza a Ravenna, così come altrove, richiese molti sforzi e costò un grande numero di vite umane. Questi approfondimenti ci ricordano il lato distruttivo e terrificante della guerra. Ci portano su importanti luoghi commemorativi come cimiteri militari o sull’area dove una volta sorgeva la Basilica romanica di Santa Maria in Porto Fuori, crollata sotto i bombardamenti.

Consultare e scaricare i contenuti di Resistenza mAPPe è un ottimo modo per celebrare il 25 aprile e conoscere la storia della Resistenza a Ravenna e in Emilia Romagna. Un atto doveroso e civile per tenere viva la memoria. Buon 25 aprile!

RavennaTourism è l’ente ufficiale di promozione turistica del Comune di Ravenna. Ogni giorno la nostra redazione racconta attraverso immagini e contributi di vario tipo la città al di fuori dei luoghi comuni, in un percorso in bilico tra arte, cultura, mare e natura.

Share This

Share this post with your friends!