Ravenna da… sposare!

Ravenna da… sposare!

Potreste ricevere una lieta sorpresa scegliendo Ravenna come luogo per le vostre nozze, superando ogni clichè di bellezza e scoprendo un’atmosfera che ripropone la grandezza delle origini della città e i segreti di una storia millenaria, cui vi appassionerete. Una storia che potrebbe diventare la vostra nel giorno più bello per due innamorati.

Tra l’antico e il moderno, Ravenna è in grado di offrire differenti location a seconda dei gusti e delle inclinazioni personali di ogni coppia.

#ROMANTICI saranno più propensi a scegliere la Terrazza del MAR – Museo d’Arte della città in cui sono esposte le collezioni di mosaico contemporaneo. Qui avrete la possibilità di scambiarvi la vostra promessa di vita avvolti dall’aurea elegante di una loggia cinquecentesca, con cinque archi affacciati sul verde del parco.

MAR - Museo d'arte della città di Ravenna

MAR – Museo d’arte della città di Ravenna  | Foto © Archivio Fotografico Comune di Ravenna

#SOGNATORI non avranno dubbi: dopo aver detto “sì” nella Sala Preconsiliare dell’antico Palazzo Merlato, sede del Municipio, si lasceranno trasportare dall’emozione di percorrere la scalinata risalente al 1411 e farsi accogliere dal riso e dagli abbracci di amici e parenti a ridosso di Piazza del Popolo.

Per gli #ELEGANTI, l’apoteosi della maestosità nel giorno più bello può essere regalata ancora da una celebrazione all’interno della Sala Dantesca della Biblioteca Classense, al cospetto del dipinto di Luca Longhi, che raffigura le “Nozze di Cana”.

Gli #ALTERNATIVI non vedranno l’ora di provare l’ebbrezza di sposarsi in un museo, quello del TAMO, facendo il loro arrivo all’altare circondati dalle lastre di mosaico pavimentali e tra i versi della Divina Commedia illustrati dai mosaici contemporanei.Con l’auspicio di restare insieme come le tessere dei mosaici che disegnano Ravenna e che in questa città tengono unite le arti, le diverse culture che l’hanno plasmata e una storia millenaria, quale miglior luogo per promettersi amore eterno in un contesto così poco convenzionale come il TAMO?

Palazzo Rasponi dalle Teste | Foto © edificistoriciravenna.it

Palazzo Rasponi dalle Teste | Foto © edificistoriciravenna.it

I più #STILOSI prediligeranno, invece, il gioiello entrato a far parte da pochi giorni del parco location messo a disposizione dal Comune di Ravenna, ossia la sala del piano nobile dell’imponente e regale Palazzo Rasponi dalle Teste, in cui “dire sì” avvolti dalla sontuosità di elementi architettonici che segnano la transizione dall’Epoca Barocca al Rococò.

#CURIOSI vorranno perdersi nell’incanto dei Giardini Pensili del Palazzo della Provincia e ammirare dal dehors della Cripta Rasponi la chiesa di San Francesco e la zona Dantesca. Dall’incantevole terrazza di questo cortile misterioso e nascosto, sebbene sia al centro della città, forse vi sembrerà di ascoltare i passi di Lord Byron che rincorre la sua contessina Teresa Guiccioli, proprio qui dove si consumò la loro relazione clandestina.

Giardini Pensili della Provincia | Foto © Simone Masini, Archivio Fotografico Comune di Ravenna

Giardini Pensili della Provincia | Foto © Simone Masini, Archivio Fotografico Comune di Ravenna

In fondo, fra l’eleganza dei mosaici e il fascino bizantino delle architetture, alcune delle più grandi storie d’amore di tutti i tempi sono nate o passate da qui: il tormento di Dante per la sua Beatrice, l’invaghimento di D’Annunzio per Sarah Bernhardt, la relazione segreta di Teresa Guiccioli e Lord Byron, la fuga di Garibaldi e Anita.

E poi, foriera di buoni auspici, c’è anche la statua di Guidarello Guidarelli, il condottiero di Cesare Borgia ferito a morte – forse per vendetta – durante un ballo mascherato. Il suo sguardo struggente oggi può essere ammirato nelle sale del Museo d’arte della città (MAR): secondo un’antica leggenda le donne nubili che lo baceranno andranno spose nell’anno.