10 motivi per visitare Ravenna in Autunno

10 motivi per visitare Ravenna in Autunno

Dopo l’estate c’è subito Natale… E invece no!

Nei prossimi mesi la città ospiterà una miriade di eventi molto interessanti che vi consigliamo assolutamente di non perdere: si va dalla nuova edizione della Biennale di Mosaico Contemporaneo ai weekend dedicati all’enogastronomia, dalla Maratona internazionale all’opera lirica e la musica di ricerca e sperimentazione, da Star Wars ai festival di letteratura e cinematografia gialla, horror e fantastica, senza ovviamente poi dimenticare Dante. Ecco 10 motivi per visitare Ravenna prima della fine dell’anno, rigorosamente in ordine casuale.

1. Viva Dante

Tomba di Dante (Ravenna)

Tomba di Dante (Ravenna) | Foto © Giacomo Banchelli

Il vero mese di Dante Alighieri è settembre, quando ricade l’anniversario della dipartita, ma fino al 1 dicembre si susseguono incontri, letture, concerti e mostre dedicate al Sommo Poeta.
Dal programma completo, scaricabile qui, estrapoliamo la mostra collettiva di opere contemporanee Dante Plus (con i quadri che si animano grazia all’App Aria) e Per l’altrui scale, percorso guidato fra i luoghi famosi e segreti di Dante esule a Ravenna, tutti i sabati di ottobre. Ah, sapevate che ogni giorno la campana di Dante, posta alle spalle della sua tomba, suona tredici rintocchi, nell’ora che volge al desio?

2. Biennale del Mosaico Contemporaneo

Ogni due anni a Ravenna espongono i migliori mosaicisti del mondo, in vari luoghi della città. Quest’anno dal 6 ottobre al 24 novembre si potranno assaporare opere contemporanee veramente suggestive, tra citazioni pop e omaggi al passato, grazie al programma di RavennaMosaico.
Il punto di partenza è sicuramente il MAR – Museo d’Arte di Ravenna, che ospita le personali di Chuck Close e Riccardo Zangelmi. Ma la MAPPA degli eventi comprende una miriade di eventi, visite guidate, site specific e laboratori, da Palazzo Rasponi dalle Teste alla Biblioteca Classense, dal Museo Nazionale agli Antichi Chiostri Francescanii. Insomma, Ravenna si conferma a pieno titolo capitale del Mosaico da 1500 anni.

3. Trilogia d’Autunno

Uno spettacolo al Teatro Dante Alighieri di Ravenna | © riminiduepuntozero.it

Trilogia d’autunno al Teatro Dante Alighieri di Ravenna

Norma, Aida, Carmen: tre donne straordinarie, tre modi di vivere l’800, tre opere magistrali. Dal 1 al 10 novembre al Teatro te Dante Alighieri va in scena il capitolo autunnale del Ravenna Festival , la cosiddetta Trilogia, con un susseguirsi a incastro di evocazioni liriche ed emozionanti vicende dell’animo umano. Info e costi sul sito di Ravenna Festival. Si tu ne m’aimes pas, je t’aime / Si je t’aime, prends garde à toi!

4. Star Wars è tra noi

Ravenna Strikes Back

Ravenna Strikes Back

Episodio X. Il 30 novembre e 1 dicembre alle Artificerie Almagià – e zone limitrofe – va in scena Ravenna Strikes Back – Star Wars Fan Fest, un evento mai visto prima in Romagna, e forse nemmeno in Italia, legato al mitico universo di Guerre Stellari.
Creata dai fan per i fan, la due giorni di eventi prevede ricostruzioni in scala dei mezzi della saga, esposizione di LEGO, jedi training, escape room, giochi, conferenze e ospiti legati a Star Wars, artisti, attori, doppiatori. Questi sono proprio i droidi che state cercando!

5. Halloween

Ravenna Nightmare Film Fest

Ravenna Nightmare Film Fest

Incubi sul grande schermo, gialli in città, brividi al parco divertimenti. A cavallo tra ottobre e novembre a Ravenna si vive l’atmosfera di Halloween con il Ravenna Nightmare Film Fest, al Palazzo dei Congressi: diciassettesima edizione per il lato oscuro del cinema, con anteprime nei sabati di ottobre e clou del programma dal 30 ottobre al 3 novembre.
Quasi in contemporanea (dal 1 al 3 novembre) alla Biblioteca Oriani editori indipendenti dei generi giallo, thriller, noir e spionaggio danno vita al progetto “Una città in giallo”, nato all’interno del festival GialloLuna NeroNotte, che vanta ben sedici edizioni alle spalle, con grandi ospiti, premi letterari e incontri in vari luoghi della città. Alla Rocca Brancaleone Halloween Party per bambini e famiglie nel pomeriggio del 31 ottobre, mentre a Mirabilandia apertura autunnale straordinaria nei fine settimana di ottobre e ad Halloween, con il LaBRIVInto stregato, fantasmi, scheletri e ombre malefiche. Perché abbiamo tutti diritto a un piccolo spavento…

6. Transmissions XII

Transmissions XII

Transmissions XII

Dal 21 al 23 novembre approda l’XII edizione di Transmissions, il festival di Ravenna che, senza sbagliare, possiamo ritenere un vero e proprio viaggio esplorativo lungo i percorsi alternativi della musica moderna.
Un cammino lungo e coerente, ostinatamente visionario e al contempo assolutamente concreto, che nasce e vive non a caso nella Ravenna dei mosaici bizantini e di Dante Alighieri, da sempre approdo per viaggiatori e punto di partenza per nuove esplorazioni e ispirazioni. Quest’anno ci sono anche due curatori d’eccezione Martin Bisi, guru della scena alternativa e noise newyorkese e Radwan Ghazi Moumneh, ingegnere del suono, produttore e musicista canadese di origini libanesi.

7. Maratona

La Maratona di Ravenna Città d'Arte 2018 | © romagnawebtv.it

La Maratona di Ravenna Città d’Arte 2018

15.000 atleti da tutto il mondo hanno partecipato alla due giorni della Maratona di Ravenna Città d’Arte nel 2018. E c’è da aspettarsi che questa edizione possa essere ancora più sorprendente, visti i successi della Night Run di giugno e della Park Race dello scorso settembre.
Maratona, mezza maratona, e 10,5 km per la Martini Good Morning Race: tante corse e passeggiate tra i monumenti e il mare, tra sport e sociale con il progetto Correndo Senza Frontiere. Quest’anno anche il Campionato Italiano di Maratona, Assoluti e Master, con il patrocinio dell’UNESCO. Perché un atleta in corsa è un’opera d’arte in movimento. Dall’8 al 10 novembre.

8. GiovinBacco e Art&Cioc

GiovinBacco

GiovinBacco

Per tre giorni le piazze del centro storico di Ravenna diventeranno una grande cantina a cielo aperto con GiovinBacco. Sangiovese in Festa. Dal 25 al 27 ottobre piazza del Popolo ospiterà le migliori produzioni della Romagna di rossi, bianchi, rosé e passiti, mentre piazza Kennedy sarà dedicata alla ristorazione nostrana di qualità. Il sabato e la domenica anche la mostra-mercato Madra nelle vie adiacenti le piazze.
Dal 31 ottobre al 3 novembre, invece, arrivano in piazza del Popolo, da otto regioni italiane, i mastri cioccolatieri di Art&Ciocc, tra golosità classiche e innovazioni gastronomiche.

9. In mezzo alla natura

Pineta di Classe

Pineta di Classe

Il mare è stupendo in questa stagione, per una bella passeggiata, magari con il cane o a cavallo, una scivolata lungo le dune e un affondo di piedi nell’acqua fresca. Sul camminare, abbiamo scelto ItineRA – Festa del Cammino Consapevole, una cavalcata podistico-culturale (ma anche gastronomica e conviviale), tra passeggiate e incontri letterari, ancora per pochi giorni! Programma sul sito di Trail Romagna.

10. Monumenti UNESCO e Museo Classis Ravenna

Mosaici della Basilica San Vitale di Ravenna | © Isatz via photo.aptservizi.com

Mosaici della Basilica San Vitale di Ravenna | © Isatz via photo.aptservizi.com

I monumenti UNESCO di Ravenna sono come quei film che non ti stanchi mai di rivedere, quelle foto che conservi, quella cosa che ti porti dietro dopo ogni trasloco.
Sono ben 8, di importanza straordinaria per la storia d’Europa e di bellezza unica, specialmente in autunno. Visitabili in autonomia o con le mitiche visite guidate, tutto l’anno.
Ovviamente c’è tanto altro: la Domus dei Tappeti di Pietra, la Cripta Rasponi, il TAMO e poi il nuovissimo Classis – Museo della Città e del Territorio. Nato all’interno dell’ex zuccherificio di Classe, racconta la storia dell’età preromana fino all’Alba del Medioevo, con oltre 600 reperti originali, film e ricostruzioni 3D. Il museo, insieme all’Antico Porto e alla Basilica di Sant’Apollinare in Classe costituisce il Parco .Archeologico di Classe.

Buon viaggio allora e buon divertimento nella nostra bella città!

Il fascino del Triathlon sposa l’ambiente dei Lidi Nord di Ravenna

Il fascino del Triathlon sposa l’ambiente dei Lidi Nord di Ravenna

Non ho mai visto dal vivo una gara di TRIATHLON, ma quando mi è capitato di vedere immagini di competizioni ad alto livello – alle Olimpiadi, tanto per fare l’esempio più facile – è stato davvero emozionante. Per cui non vedo l’ora che sia domenica 1 settembre, perché questa entusiasmante disciplina arriva non solo “sotto casa”, ma addirittura si inoltra in un contesto ambientale straordinario come quello dell’entroterra dei Lidi Nord, fra le pinete e le pialasse del Parco del Delta, alle spalle di Marina Romea e Porto Corsini.

Ravenna Cross Triathlon | Lidi Nord Ravenna

Ravenna Cross Triathlon | Lidi Nord Ravenna

Parlo della prima edizione del Ravenna Cross Triathlon, lanciata ufficialmente a metà marzo e – a quanto si legge – già ricchissima di interesse e adesione in ambito non solo regionale (è inserito nel circuito ufficiale Terre di Triathlon, e nel calendario ufficiale Emilia-Romagna Tri-Cup).

Anticipata da due giorni di eventi collaterali sulla spiaggia (la location di richiamo è il Romea Beach di Marina Romea, che ha organizzato il tutto col patrocinio del Comune e la collaborazione di diversi enti e associazioni), la gara è in programma nella mattinata di domenica 1 settembre: sarà curioso vedere i partecipanti partire dalla battigia e tuffarsi in mare per la prima parte della gara (750 metri a nuoto), sarà affascinante seguirli mentre inforcano la bici e si inoltrano per i sentieri che raggiungono la valle (per i successivi 16 chilometri); e sarà coinvolgente tifare per loro mentre “sprintano” nella frazione finale, i cinque chilometri di corsa che si chiuderanno proprio sulla spiaggia.

Insomma, un vero evento di grande richiamo: non solo per gli appassionati di questa faticosa e straordinaria disciplina, ma anche semplicemente per tutti i turisti, coloro che già abitualmente frequentano i lidi nord del ravennate, e magari anche i tanti “nuovi” curiosi che potranno scoprirne le suggestioni grazie a questa iniziativa di richiamo. Io ho già l’acquolina in bocca…

POLIS Teatro Festival: il festival del teatro e della partecipazione a Ravenna

POLIS Teatro Festival: il festival del teatro e della partecipazione a Ravenna

Dal 16 al 26 maggio a Ravenna torna POLIS Teatro Festival con la sua seconda edizione. Sono le parole di Leo de Berardinis a fare da guida a ErosAntEros (Agata Tomsic e Davide Sacco, direttori artistici del festival) nel seminare attività partecipative e collaborazioni per ritrovare il senso del teatro nel rapporto con lo spettatore:

“Il teatro si giustifica solo se è il paradigma dell’abbattimento delle differenze economiche e culturali, se ha la potenza di trasformare se stesso e gli altri, insieme agli altri, senza abbassare la propria arte”.

La cittadinanza è già stata coinvolta attraverso una chiamata ai POLITAI (i volontari del festival); attivando un progetto di BIGLIETTI SOSPESI per consentire a tutti l’accesso alla cultura teatrale, in collaborazione con Villaggio Globale; con una campagna di crowdfunding a sostegno delle attività partecipative del festival; organizzando LO SGUARDO IN OPERA. Laboratorio di scrittura critica e creativa rivolto agli studenti universitari del campus di Ravenna, in collaborazione con Fondazione Flaminia e Universirà; e, infine, i cittadini verranno coinvolti con PARTECI-POLIS, che stimola gli spettatori a condividere le proprie riflessioni sul festival e sugli spettacoli in programma durante tutte le serate del festival.

Emblema di POLIS 2019 è una donna combattente, una brigantessa, che ha scelto il brigantaggio come forma di protesta, come POLIS sceglie il teatro come forma di resistenza culturale. È, infatti, ora di armarsi fino ai denti, ma di cultura.

Il programma di POLIS

Il programma è all’insegna del teatro d’arte, senza paura di mescolare generi e generazioni, sia di artisti che di spettatori. Si parte al Teatro Alighieri il 16 maggio con LAIKA, il canto degli ultimi di Ascanio Celestini con il musicista Gianluca Casadei La settimana successiva il Festival prosegue al Teatro Rasi giovedì 23 maggio con VOGLIAMO TUTTO! spettacolo di ErosAntEros sul Sessantotto e i movimenti contemporanei. Il 24 maggio va in scena LO STUPRO DI LUCREZIA, che riporta Valter Malosti a Ravenna in un affondo nei versi di Shakespeare insieme al musicista G.U.P. Alcaro. Sabato 25 maggio con AMOR MORTO. CONCERTO MISTICO, omaggio a Carmelo Bene di Silvia Pasello e Ares Tavolazzi. Gli spettacoli di venerdì e sabato sono preceduti dal nuovo progetto fotografico-partecipativo di Marzia Bondoli Nielsen, MEETING YOUR EYES.

Il festival si conclude domenica 26 maggio con una giornata di studi e incontri alla Biblioteca Classense, riflettendo su performance e politica con il professore Marco De Marinis, su 1968-2018 e oltre con Guido Viale, per finire nuovamente all’insegna della partecipazione degli spettatori con le opere di Marzia Bondoli Nielsen, la restituzione del laboratorio LO SGUARDO IN OPERA a cura di Silvia Mei e il dibattito a partire dai commenti di PARTECI-POLIS.

Tutte le info: http://polisteatrofestival.org

Notte d’Oro Primavera 2019: musica e arte dalla città al mare

Notte d’Oro Primavera 2019: musica e arte dalla città al mare

Anche quest’anno la Notte d’Oro si è sdoppiata e, dopo l’appuntamento autunnale, ritorna il 27 aprile per l’edizione primaverile. La Notte d’Oro Primavera 2019 vi aspetta con tanti eventi e iniziative per vivere la città in un accogliente clima di festa. Se state organizzando la serata a Ravenna e non avete scelto ancora che cosa fare o vedere, questo post potrà aiutarvi a capire quali siano le voci in programma che fanno al caso vostro!

Fotografia

La peculiarità del programma 2019 della Notte d’Oro Primavera è forse la grande rilevanza che hanno le mostre fotografiche. Molte sono le iniziative: nello studio di Capta Lux, dalle 18 in poi, sarà visibile la mostra dedicata alla sclerosi multipla Guaina Diamante di Sara Re, mentre alle 20 a Palazzo Rasponi dalle Teste ci sarà la premiazione e l’inaugurazione dell’esposizione dedicata alla maratona fotografica #arRangiati.

Alla Biblioteca Classense dalle 19 in poi, ogni mezz’ora saranno proposte visite guidate per il finissage di IERIOGGI. Vedute di Ravenna a confronto: un viaggio fotografico attraverso il tempo e gli spazi della nostra città. A grande richiesta, anche quest’anno tornano le cabine Photomatic Vintage, installate all’ingresso della Biblioteca, per creare istantanee divertenti e un bel ricordo della serata.

Al MAR – Museo d’Arte della Città di Ravenna ci sarà la grande inaugurazione della mostra Arrigo Dolcini, professione fotografo e, per l’occasione, l’ingresso al museo sarà gratuito dalle 18 in poi! Oggetto principale dell’allestimento saranno le immagini scattate a Marina di Ravenna tra gli anni ’50 e ’60: un vero tuffo nel passato. Sempre al MAR, in occasione dell’apertura straordinaria, sarà possibile visitare la mostra in corso del grande fotografo italiano Oliviero Toscani, emblematicamente intitolata Più di 50 anni di magnifici fallimenti: un percorso dedicato alla sua carriera tra arte e originalità, provocazione e denuncia.

Arrigo Dolcini, Professione fotografo in mostra al MAR

Arrigo Dolcini, Professione fotografo in mostra al MAR


Musica

Anche in occasione della Notte d’Oro di Primavera, Piazza del Popolo ospiterà il grande concerto gratuito di punta! Sabato, dalle 20 si esibiranno sul palco i giovani cantanti di Sanremo Music Award, mentre alle 22.30 si troveranno sotto i riflettori Pierdavide Carone e i Dear Jack con un’anteprima del loro tour estivo: alle loro canzoni alterneranno rivisitazioni di grandi classici della musica italiana.

Pierdavide Carone e i Dear Jack

Pierdavide Carone e i Dear Jack


Racconto

A Ravenna amiamo le storie: quelle che raccontano la nostra città, quelle che aprono una finestra sull’arte e l’interpretazione dell’animo umano. Tante sono le proposte che rientrano nella sezione Racconto del programma: dalla mostra della mosaicista norvegese Marit Bockelie, formatasi a Ravenna sul finire degli anni Cinquanta, si passa ai dinosauri artistici di Nicola Montalbini al Magazzeno Art Gallery e a Rebus, percorso formativo sulla rigenerazione urbana della Darsena. Vi invitiamo a leggere le diverse proposte, lasciandovi con un consiglio: nel cortile di Palazzo Rasponi dalle Teste alle 21 ci sarà la proiezione del film Moon di Duncan James, con la sonorizzazione live del musicista ravennate Luca Maria Baldini.


Mah Jong

Una delle particolarità del programma di quest’anno è anche il torneo di Mah Jong, organizzato dalle 21 in poi nel Salone Nobile di Palazzo Rasponi dalle Teste. Questa iniziativa è nell’ambito della realizzazione del documentario Il Drago di Romagna di Gerardo Lamattina, il primo film dedicato al caso culturale del famoso gioco cinese che a Ravenna ha avuto così tanto successo. Se volete partecipare è necessario prenotarsi all’indirizzo mail ildragodiromagna@gmail.com mettendo come “iscrizione Notte d’Oro” e specificando a quale turno di gioco si vuole partecipare (ore 21, ore 22, ore 23 o ore 00).


Per scoprire la città

La Notte d’Oro Primavera è anche un buon momento per visitare la città e scoprire qualcosa di nuovo. In questa occasione, ci saranno le aperture straordinarie del MAR (fino all 22, e dalle 18 gratis) dove, oltre alle mostre sopracitate, è possibile ammirare la collezione d’arte e quella dei mosaici contemporanei, e l’apertura dalle 20 alle 23 del Sant’Apollinare Nuovo. Insieme alla visita alla Basilica, si potrà accedere alla mostra La bellezza ch’io vidi (di cui vi avevamo parlato qui), dedicata ai mosaici che ispirarono Dante Alighieri.

Visto il grande successo delle scorse edizioni, tornano le visite guidate alla Residenza Municipale di Piazza del Popolo e al Palazzo della Provincia in Piazza San Francesco: dalle 20 alle 22.30, ogni trenta minuti, gratuite e senza prenotazione!


Marina Summer Festival

Dal 25 aprile al 27 a Marina di Ravenna c’è il Marina Summer Festival, per festeggiare l’arrivo della bella stagione e l’apertura degli stabilimenti balneari. Tre giorni di musica e divertimento dalle 18 all’1 per chi ormai ha davvero voglia di estate! In occasione della Notte d’Oro di Primavera, se volete continuare la serata vicino al mare c’è il concerto dei Banana Boat Music a cura di Spiagge Soul Festival.


A questo link potrete trovare il depliant con il programma completo e la lista dei locali del centro che aderiscono all’iniziativa e proporranno, per accogliervi, aperitivi, musica, degustazioni e dj set fino a tarda notte. Have fun!

Notte d’Oro 2018: che cosa fare e vedere a Ravenna

Notte d’Oro 2018: che cosa fare e vedere a Ravenna

La serata della Notte d’Oro a Ravenna è una di quelle occasioni che fanno desiderare di possedere il dono dell’ubiquità: per l’edizione 2018 sono stati organizzati così tanti eventi, concerti, performance, mostre, visite guidate e attività che non sarà facile decidere a cosa partecipare! Proviamo a dare un’occhiata ad alcune delle tante allettanti possibilità.

Partiamo con ordine. Per cominciare, anche quest’anno la festa si è sdoppiata e alla Darsena di città le danze si apriranno venerdì 5 ottobre con la Notte d’Oro OFF. Questa serata è nata per essere la seconda anima della notte bianca ravennate, con la quale vuole integrarsi e dialogare. Dall’orario aperitivo in poi, gli appuntamenti all’insegna del performativo e del suono sono diversi, ma se proprio dovessi scegliere uno a cui non vorrei mancare…
Forse sceglierei il Ritorno a Oriente: dalle 20.30 alle 22.30 i partecipanti saranno accompagnati lungo la Darsena in un viaggio esperienziale in tre atti dove musica, teatro e performance si intrecciano. E, per chi non ha il coprifuoco, all’Almagià c’è il dj set di LUMEN e Club Adriatico dalle 22 alle 3.

Per la giornata di sabato 6 ottobre, potete lasciarvi guidare dalle sezioni principali del programma, con le quali sarà facile essere indirizzati verso le proprie preferenze: anche quest’anno la scaletta principale della Notte d’Oro è divisa in musica, racconto e mostre. Se, nell’indecisione, gradite qualche suggerimento, ecco alcuni appuntamenti che forse fanno al caso vostro:

  • Per l’occasione, il Mar inaugura la nuova mostra ? War is over – arte e conflitti tra mito e contemporaneità: a cent’anni dalla fine della Grande Guerra, il percorso espositivo si snoda attraverso numerose letture della guerra, dal drammatico al mitologico. Non vorrete certo perdervi le opere di Rubens o Picasso, della Abramović o di Fabre, di De Chirico o Warhol… Ma non voglio anticipare troppo. Dalle 18 alle 23 l’ingresso è gratuito!
  • I più affezionati lettori del blog, di certo non vorranno mancare agli appuntamenti targati #myRavenna: alle 18, al Mar, verrà presentato il video contest #myRavenna. Be inspired, concorso a premi a cui tutti sono invitati a partecipare e che ha come oggetto le suggestioni che la nuova mostra del Mar e la città di Ravenna sono in grado di creare.
    Alle 20.30 è l’ora di #myRavenna. Il racconto di una città: tre blogger accomunate dalla passione per il territorio si confrontano con una giornalista e un’esperta di comunicazione sulla loro idea di narrazione della città.
  • Se volete lasciarvi incantare dalla musica, non c’è scelta migliore che assistere al coro di Note d’incanto nella Basilica di San Vitale alle 19 o al coro femminile “La Gioia” in La preghiera in musica, che si esibisce alle 20.30 nella Basilica di Santa Maria Maggiore. Preferite il violino? Giuseppe Gibboni si esibisce alle 21 al Museo Nazionale di Ravenna con musiche di Bach, Paganini, Enescu, Ysaÿe.
  • Il nome CLASSIS vi dice qualcosa? Per chi aspetta l’imminente apertura del Museo della Città e del Territorio e per gli appassionati di storia, l’appuntamento imperdibile è alle 21.30 in sala Corelli al Teatro Dante Alighieri: Matteo Cavezzali modera il dialogo tra Valerio Massimo Manfredi e Giuseppe Sassatelli in Classis e la marina militare dell’Impero.
  • Non mancano neanche le iniziative per i piccoli creativi e per le famiglie che li accompagnano: dalle 18 a mezzanotte alla Biblioteca Oriani sarà possibile partecipare allo workshop gratuito Dante + brutto di Alessandro Bonaccorsi, nell’ambito della mostra Dante Plus. Uno, nessuno, centomila volti. Per i giovani artisti tra i 5 e i 12 anni, la Fondazione RavennAntica propone un laboratorio di mosaico in Piazza San Francesco alle 18 e alle 19.30 (a pagamento e su prenotazione).
  • Se siete cresciuti con Goldrake, la serata evento Sotto il cielo del Drago d’Oro vi riporterà a quarant’anni fa, quando per la prima volta è andato in onda in Italia. Dalle 21 a mezzanotte, al Planetario si susseguono diversi appuntamenti per celebrare Altlas Ufo Robot Goldrake. La serata è a cura delle associazioni ASCIG e ARAR, in collaborazione con l’associazione Culturale Solaris.
  • Se volete scoprire o riscoprire la città di Ravenna, per la Notte d’Oro avete diverse possibilità: c’è #arRAngiati2018, la maratona fotografica a coppie gratuita che parte alle 14.30 da Palazzo Rasponi dalle Teste e vi porta alla ricerca di obiettivi nascosti da immortalare… Cosa aspettate ad iscrivervi? Se invece volete cogliere l’occasione di visitare i più bei monumenti ravennati, molte solo le aperture serali straordinarie e ancor più sono le visite guidate organizzate! La lista è lunga, non vi resta che scegliere. A cosa non rinuncerei io? A Golden Women: le donne d’oro di Ravenna: tour di 2 ore con partenza alle 21 dedicato alle brillanti ed eccentriche protagoniste femminili della storia della città (a pagamento e su prenotazione).
  • L’avrete già visto per le vie di Ravenna: il volto della Notte d’Oro di quest’anno è quello di Lorenzo Fragola, giovane cantautore che ha vinto l’ottava edizione di X Factor. Piazza del Popolo si animerà del ritmo delle sue canzoni con il concerto delle 22.30. Siete pronti a ballare?