L‘Isola degli Spinaroni, fra storia e suggestioni ambientali

L‘Isola degli Spinaroni, fra storia e suggestioni ambientali

Fra le tante suggestioni – ambientali, turistiche, enogastronomiche – che caratterizzano la zona dei lidi a nord di Ravenna, un richiamo realmente fantastico e forse impareggiabile è quello che viene dall’Isola degli Spinaroni.

Nel cuore delle zone umide a nord di Ravenna sopravvive, infatti, una piccola isola dotata di alto valore ambientale ma soprattutto di interesse storico, che rende una qualunque escursione a questo piccolo lembo di terra posto all’interno della Piallassa della Baiona un’esperienza davvero straordinaria.

Piallassa della Baiona (Ravenna)

Piallassa della Baiona (Ravenna)

Legata alla battaglia per la liberazione della città, combattuta alla fine del 1944, allorché il movimento partigiano decise di costituire qui una base clandestina permanente, l’Isola degli Spinaroni può essere raggiunta facilmente grazie a una motobarca attraccata all’entrata della località di Porto Corsini (circa 15 minuti).

Fra capanni da pesca, aironi e garzette, e placido sciabordio delle onde, trascorrere una giornata in questi luoghi può servire per staccare dalla quotidianità e immergersi in un’atmosfera davvero fuori dal mondo.

Isola degli Spinaroni (Ravenna)

Isola degli Spinaroni (Ravenna) | Foto © resistenzamappe.it

Una volta sbarcati sull’isola, e al netto dei racconti che ricordano le gesta partigiane, il visitatore può percorrere gli spazi selvaggi accanto al capanno dell’ANPI e scoprire non solo gli “spinaroni” (ovvero una particolare varietà di arbusti tipica di queste zone), ma anche imbattersi in aironi, garzette, padelloni, silenzi, odori e profumi di valle, mediamente sconosciuti ai più.

Insomma, la visita agli Spinaroni diventa davvero una gita allettante e comoda per qualsiasi turista si trovi a transitare lungo la nostra Riviera.

Visite Guidate Isola degli Spinaroni

Il fascino del Triathlon sposa l’ambiente dei Lidi Nord di Ravenna

Il fascino del Triathlon sposa l’ambiente dei Lidi Nord di Ravenna

Non ho mai visto dal vivo una gara di TRIATHLON, ma quando mi è capitato di vedere immagini di competizioni ad alto livello – alle Olimpiadi, tanto per fare l’esempio più facile – è stato davvero emozionante. Per cui non vedo l’ora che sia domenica 1 settembre, perché questa entusiasmante disciplina arriva non solo “sotto casa”, ma addirittura si inoltra in un contesto ambientale straordinario come quello dell’entroterra dei Lidi Nord, fra le pinete e le pialasse del Parco del Delta, alle spalle di Marina Romea e Porto Corsini.

Ravenna Cross Triathlon | Lidi Nord Ravenna

Ravenna Cross Triathlon | Lidi Nord Ravenna

Parlo della prima edizione del Ravenna Cross Triathlon, lanciata ufficialmente a metà marzo e – a quanto si legge – già ricchissima di interesse e adesione in ambito non solo regionale (è inserito nel circuito ufficiale Terre di Triathlon, e nel calendario ufficiale Emilia-Romagna Tri-Cup).

Anticipata da due giorni di eventi collaterali sulla spiaggia (la location di richiamo è il Romea Beach di Marina Romea, che ha organizzato il tutto col patrocinio del Comune e la collaborazione di diversi enti e associazioni), la gara è in programma nella mattinata di domenica 1 settembre: sarà curioso vedere i partecipanti partire dalla battigia e tuffarsi in mare per la prima parte della gara (750 metri a nuoto), sarà affascinante seguirli mentre inforcano la bici e si inoltrano per i sentieri che raggiungono la valle (per i successivi 16 chilometri); e sarà coinvolgente tifare per loro mentre “sprintano” nella frazione finale, i cinque chilometri di corsa che si chiuderanno proprio sulla spiaggia.

Insomma, un vero evento di grande richiamo: non solo per gli appassionati di questa faticosa e straordinaria disciplina, ma anche semplicemente per tutti i turisti, coloro che già abitualmente frequentano i lidi nord del ravennate, e magari anche i tanti “nuovi” curiosi che potranno scoprirne le suggestioni grazie a questa iniziativa di richiamo. Io ho già l’acquolina in bocca…